ABRACADABRA

L’INCANTESIMO DEL SORRISO

Gli sposi: Dotan e Noa
Fotografo: Alessandro Baglioni – Testo: Vanessa Bellan

Cerimonia: Grande Sinagoga di Firenze

Spesso ci impelaghiamo in mezzo a milioni di perché con l’intento di capire cosa abbia portato due persone ad amarsi.

Ci appelliamo alle regole del destino, a forze più potenti di noi, al momento giusto e al luogo giusto. Credo che spesso non ci sia niente di tutto questo.

L’ho capito guardando quella foto di Dotan e Noa in cui lui è sdraiato su una panca e ha la testa sulle gambe di lei.

Ho capito che a volte l’amore ha ragioni semplici, ci si innamora di chi riesce a farci sorridere e che sorridere non è affatto la stessa cosa di ridere.

Forse quei due hanno capito di amarsi la prima volta che lei ha fatto finta di essere una maga e mentre tentava di cimentarsi in un “Abracadabra…” lui, facendole una linguaccia, le ha detto che ormai non poteva piu trasformarlo in un rospo perché il grande amore lo aveva trovato ed era davanti ai suoi occhi.

L’attimo dopo lei ha riposto in un cassetto le sue magie e ha sorriso, perché quando involontariamente ti riesce un incantesimo del genere puoi solo sorridere.

Sorridere è più complesso di ridere.

Ridere puoi paragonarlo a un fuoco d’artificio, devi accendere la miccia nel modo corretto, senza esagerare con la fiamma, allontanarti quanto basta, alzare gli occhi al cielo e goderti lo spettacolo, serve un giusto impegno e magari anche un pò di fortuna, ma in fin dei conti non è poi così difficile.

Sorridere è invece qualcosa di cui neppure ti accorgi, un gesto figlio dell’irrazionalità e l’irrazionalità è alla base di tutti i sentimenti più profondi.

Sorridere prescinde da regole o istruzioni da seguire, non dipende da una frase sarcastica o da un uomo che inciampa.

Sorridere è come un segreto.

Sorridere è un altro modo di dire “ti amo”.

Grazie a Dotan e Noa che mi hanno ricordato che si può ridere con tutti, ma sorridere con una persona sola.

ABRACADABRA

CHARMED… BY A SMILE

Wedding Photographer: Alessandro Baglioni – Story teller: Vanessa Bellan
Ceremony: Great Synagogue, Florence

We often rack our brains to millions of “Why this or why that’s”? We struggle to comprehend what exactly leads two people to fall in love.

We appeal to the rules of destiny, a powerful force, at the right time and place. Yet, I believe that oftentimes, fate has nothing to do with any of this.

I understood this concept while looking at the photograph of Dotan in Noa, the one in which he is lying on a bench with his head resting on her legs.

I realized that sometimes love happens for simple reasons. We fall in love with the person who makes us smile, and smiling is not at all the same thing as laughing.

Maybe those two realized they were in love with each other the first time that she pretended to be a Sorceress and tried a little “Abracadabra…” on him. His response to her at that moment was to stick out his tongue, put his arms around her and tell her that any attempts to transform him into a toad were useless because he had found his great love and she was right before his eyes.

One minute later, she placed all of her magic tricks in a drawer and smiled, because when a spell of that degree of difficulty takes effect without even lifting a magic wand, the only thing left to do is smile.

Smiling is much more complex than laughing.

You can compare laughter to fireworks. You have to light the firecracker in the right way, without exaggerating with the flame, distance yourself from it enough to be safe, raise your eyes to the sky and enjoy the show. It requires just the right amount of work and even a little bit of luck, but at the end of the day, it really isn’t so difficult.

Instead, smiling is that special something that you don’t even realize you’re doing. It’s a simple gesture derived from irrationality and irrationality is the foundation upon which the most profound feelings begin to grow.

Smiling goes beyond rules or “how to” instructions, it has nothing to do with sarcasm or a man who suddenly trips down the steps.

Smiling is almost like a secret.

Smiling is another way of saying “I love you”.

Thank you to Dotan and Noa who reminded me that we can laugh with everyone, but truly smile with only one special person.

[wysija_form id=”1″]

Copyright 2016 © Alessandro Baglioni - AB World Studio - Via Aurelia Nord 219, Grosseto - Tel. +39 335 332889 - P.Iva 01062790538