IL RE E LA REGINA

CHE RUBARONO L’IDEA AL CAPPELLAIO MATTO

Gli sposi: Regina ed Andrea
Fotografo: Alessandro Baglioni – Testo: Vanessa Bellan

Cerimonia e ricevimento: Tenuta Casteani, Ribolla – Grosseto, Tuscany

Un grande amore lo si riconosce dalla capacità che ha di creare una nuova realtà: un posto unico e perfetto, che non esiste sulla faccia della Terra prima che i due amanti si incontrino.
Questo nuovo luogo cambia la vita, non solo ai due che l’hanno creato, ma anche a tutte le persone che vivono con loro.
Così un giorno la Regina del Regno delle braccia colorate si imbatté nel Re del Regno degli occhiali di vetro e i due si innamorarono perdutamente l’uno dell’altra.
Lei gli insegnò come dare colore a tutto quello che riusciva a toccare, lui le insegnò a guardare oltre per scovare le strade segrete del mondo.
Ben presto i due capirono che per riuscire a vedere e a toccare nel modo giusto, serviva una buona testa e così fondarono insieme un terzo regno, il Regno dei cappelli matti.
Qui si riunirono tutti gli abitanti di entrambi i regni. Qui vivevano i tre bambini portatori della verità scritta.
Due bambine vestite di bianco accompagnavano per tutto il regno un bambino che teneva in mano un cuore di legno, sul quale scriveva quotidianamente una grande verità.
Loro erano convinti che le verità importanti dovessero essere scritte:
Negli altri regni si vive peggio perché si dimenticano un sacco di cose fondamentali dopo averle imparate“, ripetevano a tutti.
Al seguito c’erano anche le Dame dai cappelli rossi, che avevano provato più volte a spostare il cuore al posto della testa e viceversa e per quanto a tutti apparisse impossibile, loro sostenevano di avere continui giramenti di cuore e la testa in fibrillazione.
Di tutta risposta, l’Uomo in verde, quando le vedeva, si inchinava togliendosi il cappello per mostrargli come ragione e sentimento fossero da sempre nemici giurati.
Ma la cosa veramente folle di questo posto era che tutti avevano puntato sulla testa, perché di cuore ce n’era talmente tanto che non serviva nulla di vistoso per farlo notare.
Era chiaro:
Quando due si amano follemente fanno innamorare anche tutti gli altri della loro storia.

Grazie a Regina e Andrea che non saranno di certo i sovrani del regno che ho inventato per loro, ma sono sicuramente i custodi della morale di questa fiaba:
Due che si amano davvero vivono nel bello e fanno vivere nel bello anche tutti gli altri.

THE KING AND THE QUEEN

WHO STOLE THE IDEA FROM THE MAD HATTER

The Bride: Regina – The Groom: Andrea
Wedding Photographer: Alessandro Baglioni – Story teller: Vanessa Bellan

Ceremony and Reception: Tenuta Casteani, Ribolla – Grosseto, Tuscany

One recognizes great love based on its ability to create a new reality, a unique and perfect place that does not exist on the face of the Earth until the two lovers meet.

This new place changes one’s life, not only for the two who created this love, but for all of the other people in their lives, as well.

Then, one day the Queen of the Kingdom of Colored Arms encountered the King of the Kingdom of Glass Spectacles and the two fell madly in love.

She taught him how to give color to everything he touched, and he taught her how to look deeper in order to find the secret roads of the world.  

Not long afterwards, the two realized that to be able to see and to touch in just the right way, they needed a good head, so they founded a third kingdom together, called the Kingdom of the Mad Hatters.

Here they gathered all of the inhabitants of both kingdoms. Here lived the three children, the harbingers of great truth.

Two children dressed in white accompanied a child holding a wooden heart throughout the kingdom. Every day this child wrote about great truth.

They were convinced that the important truths had to be written:

“In the other kingdoms, we do not live as well because we forget about so many fundamental things after having learned about them,” they repeated to everyone.

Also present were the red-headed Ladies, who had tried more than once to move the heart in the position of the head and vice versa, and as much as it would appear to be an impossibility, they sustain to have continuous problems with vertigo of the heart and fibrillation of the head.

In response, when he saw them, the Man in green, would bow and take off his hat to demonstrate how reason and sentiment had always been sworn enemies.

However, the really, strange thing about this place was that everyone had focused on the head, because as for the heart, there was so much of that, that nothing flashy served to highlight it.

It was clear:

When two people are madly in love, they make everyone around them fall in love with their story.

Thank you to Regina and Andrea who may not be the sovereigns of the kingdom I invented for them, but they are surely the custodians of the moral of this fairytale:

Two people who truly love each other live in a beautiful place and in this way, allow everyone surrounding them to touch that beautiful place.

[wysija_form id=”1″]

Copyright 2016 © Alessandro Baglioni - AB World Studio - Via Aurelia Nord 219, Grosseto - Tel. +39 335 332889 - P.Iva 01062790538