SE ANCHE I MURI POTESSERO PARLARE

fotografo del matrimonio: Alessandro Baglioni – testo: Vanessa Bellan
cerimonia: San Giorgio, Montemerano
ricevimento: Villa Acquaviva, Montemerano – Grosseto

Pensate se improvvisamente tutti gli oggetti inanimati cominciassero a parlare.

Se si abbassasse il volume delle nostre parole e si alzasse quello dei discorsi delle cose.

Ecco che subito avremmo un abito bianco preoccupato per le rughe che gli si formano addosso ogni volta che la sposa abbraccia gli invitati, o si muove troppo velocemente. Una prima donna candida e immacolata, che vuole arrivare perfetta alla navata, perché sa che avrà tutti gli occhi su di sé:

“Aspettano solamente di vedere me e la sposa” , direbbe l’abito pavoneggiandosi nella sua lucentezza.

Smettila di tirartela così tanto, lo sanno tutti che sono i dettagli a fare la differenza“, griderebbero poi i gemelli della camicia dello sposo, due fratelli puntigliosi e dispettosi, convinti di essere speciali.

Intanto i fiori si godrebbero il loro posto in prima fila, ignorando i battibecchi di chi ha avuto bisogno di sarte e olio di gomito per essere lucidato a modo, mentre loro sono i prediletti di Madre Natura e, anche in un giorno così importante, per fare bella figura devono limitarsi a essere se stessi.

Per fortuna, ad alleggerire l’atmosfera, c’è quella comica della cravatta, che si diverte come una matta ad avere un nodo perfetto in ogni giorno dell’anno e a fare invece i capricci durante gli eventi importanti. Si dimena, si contorce e poi se la prende se, di tutta risposta, viene sostituita dal papillon. Sì, il papillon, un personaggio che parla con la r moscia e che le fa da anni una corte spietata da lontano perché sono puntualmente divisi dai gusti delle persone e così quando c’è lui, non c’è lei e chissà per quanto ancora potrà durare quest’amore impossibile di chi non riesce mai ad incontrarsi. Alla fine sono tutti al loro posto quando le porte della chiesa si aprono, l’organo inizia a suonare e ognuno dà il proprio contributo nel creare quella magia che solo i matrimoni possiedono.

Grazie a Barbara e ad Arturo che, con le loro fotografie, mi hanno convinto che i matrimoni sono così speciali perché tutti, ma proprio tutti, si impegnano per renderli tali.

IF THE WALLS COULD TALK

Wedding Photographer: Alessandro Baglioni – Text: Vanessa Bellan
Ceremony: L’Andana, Tenuta La Badiola – Reception: L’Andana, Tenuta La Badiola

Imagine if inanimate objects could suddenly speak.

If we could lower the volume level of our conversations, to hear the words spoken by the things surrounding us…

We would immediately have a white dress worried about her wrinkles that form every time the bride hugs her guests, or moves too quickly. An immaculate, white, prima donna, whose objective is to reach the aisle in perfect form, because she knows all eyes will be upon her:

“Everyone is waiting to see the bride and me,” the dress would say, preening in her luster.

“Oh, stop strutting your stuff, everyone knows that it’s the details that make the difference,” the groom’s shirt’s cufflinks would scream, two determined and mischievous brothers, convinced of being special.

Meanwhile, the flowers would smugly enjoy their place in the front row, ignoring the bickering of those who need seamstresses and elbow grease to achieve the perfectly polished look. As those chosen by Mother Nature, even on such an important day, they only need to be themselves in order to look good.  

Fortunately, to lighten the mood, there’s that comedian “tie”, who loves boasting that perfect knot every day of the year, yet, which tends to get fussy for important events. It wiggles, squirms and then gets angry when, it finds itself replaced by a bow tie. Yes, the bow tie, a character who rolls its “r’s”, speaks with a French accent and who for years, has desperately courted “tie” from afar, doomed by the diverse tastes of a population. For years he has been courting her, but when he’s there, she’s absent and when she’s there, he’s absent and no one knows how long this impossible love will continue as they always fail to meet.  Yet, in the end, everyone is in place when the church doors open, the organ begins to sound and everyone contributes to creating that magic that only weddings possess.

Thank you to Barbara and Arturo who, through their photographs convinced me that weddings are so special because everyone, truly everyone contributes to make them as such.

[wysija_form id=”1″]

Copyright 2016 © Alessandro Baglioni - AB World Studio - Via Aurelia Nord 219, Grosseto - Tel. +39 335 332889 - P.Iva 01062790538